de it
login o  registrarsi

Il sistema fiscale tedesco: le principali tasse in Germania

Normal_il_sistema_fiscale_tedesco_le_principali_tasse_in_germania

Com’è ben noto, vi sono diversi tipi di tasse in Germania: la pressione fiscale sul reddito dei lavoratori dipendenti ammonta quasi al 40% in questo paese. I tedeschi possiedono uno dei sistemi fiscali più complicati d’Europa, articolato su tre diversi piani corrispondenti a ciascuno dei livelli di governo previsti dalla Costituzione: il governo federale (Bund), i governi regionali (Länder) e quelli dei comuni (Gemeinde). A questo sistema contribuiscono tutti i cittadini: l’evasione fiscale è di fatto inesistente in Germania, tutti pagano le tasse, che rappresentano un vero e proprio dovere morale al quale non è possibile astenersi. Grazie ai fedeli contribuenti, lo stato tedesco è forte e ricco e da sempre fornisce una serie di servizi eccellenti ai cittadini.

In questo articolo analizzeremo i principali tipi di tasse in Germania, in modo da poter valutare ed analizzare le divergenze con il sistema fiscale italiano.

  • Einkommenssteuer (imposta sui redditi): Questa tassa, introdotta in Germania già a partire dal 1811, è pagata da chiunque abbia un reddito superiore ai 7.664 € l’anno (15.329 € nel caso di una coppia sposata). Si paga ovviamente in base al reddito e l’aliquota d’imposta varia dal 15% al 45%. La tassazione avviene alla fonte: essa viene versata direttamente dal datore di lavoro al Finanzamt (trad. Agenzia delle Entrate) di riferimento. Questa tassa viene ripartita tra Bund, Länder e Gemeinde.

  • Umsatzsteuer (imposta sul volume d’affari): Questa tassa è nota anche con il nome di Mehrwertsteuer (imposta sul valore aggiunto, IVA) che ogni acquirente paga all’imprenditore, che poi provvede a versarla allo stato. L’aliquota al momento è fissata al 19%, ma vi sono alcuni prodotti, come generi alimentari, giornali, mezzi di trasporto, per i quali L'IVA è del 7%.

  • Grunderwerbsteuer (imposta sugli acquisti immobiliari): Si tratta di una tassa che si applica ai beni immobili acquistati ed ammonta al 4,5% del prezzo di vendita.

  • Körperschaftssteuer (imposta sulle imprese): Questa tassa si rivolge a tutte le S.r.l., S.p.A. e l’aliquota prevista è del 25% sul reddito imponibile.

  • Versicherungssteuer (imposta sull’assicurazione): Si tratta di una tassa pagata allo stato da tutti coloro che sono in possesso di un’assicurazione, fatta eccezione delle assicurazioni sanitarie sia statali che private e delle assicurazioni sulla vita. Anche l’assicurazione contro la disoccupazione è esonerata allo stesso modo da questa tassa. L’aliquota d’imposta dipende dal tipo di assicurazione ed oscilla tra il 3,8% ed il 19%.

  • KFZ Steuer (Bollo auto): Questa tassa è pagata da tutti coloro che possiedono ed utilizzano regolarmente un’auto. L’importo del bollo dipende dalla cilindrata e dai cavalli dell’auto. Va pagata una volta all’anno. Persone disabili, limitate nei movimenti e dipendenti quindi dal mezzo, possono avere diritto ad un esonero parziale.

  • Mineralölsteuer oder auch Energiesteuer (imposta sul petrolio o sull’energia): Con la presente imposta vengono tassati tutti i tipi di energia, sia di origine fossile che vegetale. I principali uffici doganali sono responsabili della sua riscossione. A beneficiare di questa tassa è soprattutto la costruzione stradale, che attinge da essa fondi. L’aliquota per la benzina ammonta a 0,654 € e per il Diesel a 0,47 € al litro. La presente imposta si abbatte direttamente sul prezzo finale e viene pagata dai fornitori.

  • Stromsteuer (imposta sulla corrente): Si tratta di una tassa pagata sull’elettricità. É la più recente tassa sui consumi, introdotta il 1 aprile 1999, che fa entrare nelle casse dello stato tedesco oltre 6,3 miliardi di Euro. Sono obbligati a pagarla tutti coloro che utilizzano la corrente elettrica. Un megawattora di corrente costa al contribuente 20,50 €. Chi invece usa esclusivamente energia rinnovabile, viene esonerato dal pagamento di questa tassa. Gran parte della tassa sulla corrente confluisce nel fondo pensioni e grazie ad essa le detrazioni sullo stipendio lordo vengono diminuite.

  • Tabaksteuer (imposta sul tabacco): Questa tassa riguarda tutti i fumatori. A partire dal 1996 questa imposta é stata estesa a tutta la merce contenente tabacco, ad eccezione di quello da fiuto e da masticare che ne sono esonerati. I fumatori versano nelle casse dello stato tedesco ben 15 miliardi di Euro ogni anno. Qualche anno fa una parte dell'incasso di questa tassa confluì nel sistema sanitario, tuttavia ciò costituì un'eccezione.

  • Gewerbesteuer (imposta sull'industria e sul commercio): Tutti gli esercenti del campo industriale, commerciale ed artigianale, ad eccezione dei liberi professionisti e delle aziende agricole, devono pagare questa imposta. Essa viene riscossa in base al rendimento dell'attività economica. A beneficiare di questa tassa sono soprattutto i governi comunali, l'aliquota varia infatti da città a città.

  • Grundsteuer (imposta fondiaria): Sono obbligati al pagamento di questa imposta chiunque sia in possesso di un qualsiasi appezzamento di terreno e della sua coltura. Anche in questo caso sono le città ed i governi comunali a prelevare l'imposta, per questo essa varia da città a città.

  • Vermögenssteuer (imposta patrimoniale): É la tassa che tutti devono pagare sui beni posseduti. Essa viene prelevata solo dal patrimonio netto e l'aliquota é decisamente bassa rispetto agli altri tipi di tasse in Germania, in quanto si aggira tra lo 0,5% e l'1%.