de it
login o  registrarsi

Il contratto di lavoro tedesco

Normal_il_contratto_di_lavoro_tedesco

Com'è articolato un contratto di lavoro tedesco? In alcuni punti esso appare molto differente da quello italiano. In questo articolo vi forniamo alcune indicazioni necessarie per comprenderlo al meglio.

I termini di preavviso

Sulla base delle convenzioni collettive vigenti (Art. 622 BGB), qualora una delle due parti desideri recedere dal contratto, é opportuno rispettare i seguenti termini di preavviso:

  • 1 mese in caso di anzianità inferiore a 2 anni
  • 2 mesi in caso di anzianità inferiore a 5 anni
  • 3 mesi in caso di anzianità inferiore a 8 anni
  • 4 mesi in caso di anzianità inferiore a 10 anni
  • 5 mesi in caso di anzianità inferiore a 12 anni
  • 6 mesi in caso di anzianità inferiore a 15 anni
  • 7 mesi in caso di anzianità inferiore a 20 anni

La remunerazione

Lo stipendio vero e proprio é stabilito all'interno del contratto di lavoro individuale ma non può essere inferiore al salario minimo previsto dalla convenzione collettiva pertinente. Contrariamente al diritto italiano del lavoro, in Germania il salario minimo non é stabilito in modo ufficiale.

La forma di remunerazione può essere liberamente scelta dalle due parti. Generalmente le parti si accordano su una remunerazione mensile lorda.

Ciononostante può anche essere lecito concordare una remunerazione fissa combinata con una commissione. Ciò é in genere consigliato per dei commercianti.

Non é ad ogni modo consentito concordare una remunerazione consistente unicamente in una commissione e ciò anche per i commercianti. In effetti una tale remunerazione sarebbe in perfetta contraddizione con il principio del lavoratore stipendiato. In questo modo il contratto dovrà necessariamente prevedere una qualsiasi compenso fisso di base.

Le ferie retribuite

La durata legale minima delle ferie, prevista da un contratto di lavoro tedesco, é di 24 giorni ad anno civile, senza contare ovviamente le domeniche ed i giorni festivi.

Ad ogni modo possono essere aggiunti dei giorni supplementari di ferie retribuite grazie ad una particolare convenzione collettiva. Infatti queste ultime accordano ai lavoratori generalmente da 4 a 6 settimane di ferie retribuite ad anno civile.

I tempi di lavoro

Tutte le questioni riguardanti i tempi di lavoro sono regolate dalla legge sulla durata del lavoro (Arbeitszeitgesetz) e dalla legge sulla protezione della maternità (Mutterschutzgesetz). Queste forme di tutela vengono applicate a tutti i lavoratori dipendenti (impiegati d'ufficio, operai, lavoratori in formazione professionale, etc...).

La durata legale dei tempi di lavoro é di 8 ore al giorno ad eccezione della domenica e dei giorni festivi, considerati giorni di riposo. La durata legale é quindi di 40 ore a settimana ma spesso le convenzioni collettive riducono la durata ad una quantità tra le 38,5 e le 35 ore a settimana.

Ad eccezione delle donne in attesa e degli apprendisti, la giornata lavorativa può anche arrivare a 10 ore al giorno a condizione che la durata media giornaliera in un periodo di 6 mesi, non sia superiore alle otto 8 al giorno.

Il periodo di prova

In base all'applicazione di una convenzione collettiva, le parti possono anche concordare un periodo di prova che non sia superiore ai sei mesi.

Durante questo periodo il lavoratore può essere licenziato con un preavviso di sole due settimane (§ 622, paragrafo 3 BGB). Nella maggior parte dei contratti di lavoro tedeschi viene stabilito un periodo di prova che va dai 3 ai 6 mesi.

Il contenuto imposto dei contratti: convenzioni e accordi collettivi

Durante la redazione di un contratto di lavoro tedesco non vengono prese in considerazione molte convenzioni collettive. Per principio una convenzione collettiva non é applicabile ad un contratto di lavoro in cui sia il lavoratore che il datore di lavoro facciano parte di un sindacato che risulti tra i sottoscriventi di tale convenzione. Ciononostante l'assunzione di un lavoratore é sufficiente per l'applicazione delle norme legali legate a delle questioni di ordine pratico o alla costituzione del luogo di lavoro.

Alcune convenzioni collettive tedesche sono state estese (allgemeinverbindliche Tarifverträge) e si impongono a tutto un settore, indipendentemente dall'appartenenza ad un qualsiasi ordine professionale.

Contratto di lavoro a tempo indeterminato e a tempo determinato

A differenza dell'Italia, la maggior parte dei contratti di lavoro in Germania sono stipulati da subito a tempo indeterminato (§ 620 BGB).

É tuttavia possibile per le parti stabilire un contratto a tempo determinato. Tutti i contratti a tempo determinato devono rispettare la cosiddetta Teilzeitgesetz, vale a dire la legge sui rapporti di lavoro a tempo determinato.

La durata di un contratto a tempo determinato deve essere fissata sulla base di condizioni oggettive, in modo tale che la data di conclusione del rapporto contrattuale corrisponda ad esempio con la fine dello svolgimento di un compito particolare o di un determinato evento.

In genere non si può ricorrere ad un contratto a tempo determinato nei seguenti casi:

  • bisogni temporanei legati ad un certo tipo di lavoro
  • limitazione destinata a facilitare l'accesso del lavoratore al mondo professionale
  • sostituzione di un dipendente malato

Ciononostante un contratto a tempo determinato può essere offerto in Germania nei seguenti casi:

  • conclusione del contratto per una durata massima di due anni
  • il contratto viene firmato con un lavoratore di almeno 58 anni

Il contenuto del contratto di lavoro

Il contratto di lavoro tedesco può anche essere concluso oralmente. In base alla cosiddetta Nachweisgesezt (la legge sul contenuto minimo dei contratti di lavoro) il lavoratore può anche pretendere dal proprio datore di lavoro un contratto scritto contenente gli elementi essenziali concordati oralmente.

Il contenuto minimo del contratto é il seguente:

  • nome ed indirizzo delle parti
  • validità del contratto
  • in caso di contratto a tempo determinato, la durata prevista
  • il luogo di lavoro o per chi viaggia il fatto che lo stipendiato lavorerà in diversi luoghi
  • breve descrizione della mansione
  • i giorni di ferie retribuite
  • i termini di preavviso per la recessione dal contratto
  • un riferimento generale alla convenzione collettiva applicabile

Solitamente in Germania nella stragrande maggioranza dei casi il contratto di lavoro é scritto e contiene i punti principali appena elencati. In aggiunta a ciò le due parti potranno prevedere ed inserire delle clausole specifiche in base ai propri bisogni (patto di non concorrenza, accordo di confidenzialità, etc...).

Il diritto applicabile al contratto

Quando un'azienda tedesca assume un dipendente tedesco o italiano per una mansione da esercitare in Germania, non ci sono dubbi su quale legge applicare: é la legge tedesca che regolerà la relazione contrattuale.

Al contrario, se un'azienda con sede in Italia intende assumere un dipendente tedesco (soprattutto nel caso di impiegati commerciali), é lecito stabilire secondo quale diritto il contratto sarà redatto. In questo caso possono essere applicate entrambe le legislazioni: sia quella tedesca che quella italiana.

La questione del diritto applicabile al contratto di lavoro é regolata dal Diritto Internazionale Privato, codificato all'interno della Convenzione di Roma, riportata in Germania all'interno dell'EGBGB, in base alla quale il diritto applicabile al contratto é quello del luogo di esecuzione del contratto.

Tuttavia é possibile scegliere la legge applicabile al contratto “internazionale” tra un'azienda italiana ed un dipendente tedesco. Qualora l'azienda italiana lo desiderasse, potrebbe sottoporre il contratto al diritto italiano.

Ciononostante, una tale scelta appare priva di contenuto in quanto la scelta della legge operante avviene quando non vi sono interferenze da parte dell'ordine pubblico della legislazione del paese nel quale l'attività lavorativa verrà esercitata. Va sottolineato che il diritto tedesco contiene numerose disposizioni di ordine pubblico che non permettono l'applicazione del diritto italiano.

É quindi consigliato ad un'azienda italiana che voglia servirsi di una figura professionale in Germania di redigere il contratto di lavoro sulla base del diritto tedesco. Questa scelta sarebbe senza dubbio positiva considerando in primo luogo che il diritto sociale tedesco risulta più vantaggioso rispetto a quello italiano ed inoltre in questo modo si riuscirebbe a facilitare ed eventualmente snellire tutta la procedura.